Contenuto principale

Messaggio di avviso

1 1

PINOCCHIOProseguono gli appuntamenti con la musica nell’aula magna del Liceo, che ha ospitato giovedì 14 marzo “Le avventure di Pinocchio”, una produzione dell’Associazione “Appassionata” di Macerata. La storia del burattino più amato del mondo, nella nuova produzione musicata da Lucia Ronchetti, compositrice romana di origini camerti, ha deliziato gli alunni delle classi prime dei Licei ‘Costanza Varano’ di Camerino. Una speciale residenza per Lucia Ronchetti che ha allestito una coinvolgente commedia strumentale per soprano en travesti e strumentisti solisti, con regia, scene e costumi di Cecilia D’Amico. Sul palco, insieme a Juliette Allen, c’erano i componenti dell’Ars Ludi Ensemble: Stefano Berluti al corno, Filippo Fattorini al violino, Michele Marco Rossi al violoncello, Massimo Ceccarilli al contrabbasso e Antonio Caggiano alle percussioni e direzione musicale. Nella magia di un teatro volutamente povero, che libera la fantasia degli spettatori, nel Pinocchio di Ronchetti il confine tra interpreti e pubblico si fa mobile, impalpabile, e i ruoli tradizionali scoprono una nuova energia. Con l’abilità creativa che le viene riconosciuta ormai a livello internazionale, la compositrice dà vita a una favola musicale in cui il burattino di legno e la Fata Turchina hanno la voce del soprano, il violino e il corno vanno a braccetto come la Volpe e il Gatto, Geppetto e il Grillo Parlante parlano col timbro intenso del violoncello, mentre Mangiafuoco e Lucignolo sono prorompenti come il contrabbasso. E c’è spazio anche per ritmi ispirati a Pink Floyd e Edoardo Bennato e, ancora, Igor Stravinskij, Julius Fucik, Nino Rota in un’opera di teatro musicale capace di affascinare adulti e bambini. 
Lo spettacolo rientra nell’ambito del progetto Marche In Vita - lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma ed è stato possibile grazie alla collaborazione del Politeama di Tolentino, del Comune di San Benedetto del Tronto e dei Licei di Camerino.

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

In allegato l’ordinanza ministeriale n. 205 dell'11 marzo 2019 relativa all’Esame di Stato conclusivo del II ciclo di Istruzione. Il documento guiderà presidenti, commissari e docenti nelle tappe di avvicinamento alle prove di giugno e nello svolgimento delle stesse. 

Si allegano inoltre:
- il D.M. 183 del 5 marzo 2019 e la Circolare 5222 del 26 marzo 2019 che riguardano la formazione delle Commissioni d'Esame;
- la nota MIUR prot. 788 del 06.05.2019 "Precisazioni sulle modalità di svolgimento del colloquio".

Qui sotto il link al sito del MIUR dove sono raccolte le risposte alle domande più frequenti poste dal mondo della scuola. L'elenco viene aggiornato periodicamente per fornire altre risposte utili a chiarire meglio ogni aspetto sul nuovo Esame di Stato, definito dal D. Lgs. 62/2017 attuativo della L. 107/2015.

http://www.istruzione.it/esame_di_stato/faq_sc_2018-19.shtml

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

Olimpiadi danza 2019webAnche quest’anno le ragazze dei Licei Camerino hanno strappato il pass per le nazionali delle “Olimpiadi della danza”, progetto giunto alla 15esima edizione ed ideato da Enkel Zhuti, con lo scopo di avvicinare i ragazzi delle scuole alla danza come attività motoria ed artistica. La selezione per le nazionali si è svolta lo scorso sabato 2 marzo presso il Palasport Flaminio di Rimini ed ha coinvolto più di 50 alunne dei Licei Varano che si sono cimentate in una coreografia coinvolgente ed emozionante.
Guidate dalle coreografe Silvia Zampetti e Chiara Picciaiola e seguite assiduamente dalla responsabile del progetto, prof.ssa Laura Villanova, si sono trasformate in simpatiche e colorate indiane entusiasmando tutto il pubblico presente. Unione, collaborazione, divertimento e passione sono i punti di forza di questa attività, che è riuscita a coinvolgere anche chi non aveva mai praticato danza. Tutto ciò ha portato a conquistare un meritatissimo secondo posto, trampolino di lancio per la fase nazionale, dove sicuramente il gruppo dei Licei di Camerino si impegnerà a conquistare di nuovo il podio.

Sara Chiavoni
1^ liceo classico

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

Anacronismo o sapere autentico?

biblioteca licei 2È questo il problema analizzato dalla dott.ssa Patrizia Raponi, ex direttrice della biblioteca universitaria di Macerata, nell'incontro del 28 febbraio con gli alunni delle classi 3^A scientifico e 1^A scienze umane come conclusione del progetto "Lezioni di Archivistica". 
La dott.ssa Raponi, dopo aver sviluppato un incisivo quadro sull'evoluzione della funzione delle biblioteche nelle varie epoche storiche partendo dal Medioevo, ha ampiamente illustrato la struttura tipo delle biblioteche universitarie attuali ed i vari servizi che esse offrono. Le biblioteche oggi sono concepite come luoghi aperti al territorio che devono accompagnare l'individuo in tutte le fasi della sua vita, in una sorta di formazione permanente. Personale specializzato in collaborazione con i docenti provvede a scegliere e selezionare i testi in base a criteri e metodologie scientifiche. In un mondo in cui siamo continuamente bombardati da informazioni di ogni tipo provenienti dalle fonti più disparate, la biblioteca ritorna ad essere il nostro faro perché è in grado di fornirci un sapere autentico ed indicarcene con sicurezza la fonte. Inoltre, tutte le biblioteche qualificate usufruiscono dell'informatica e della rete nel tentativo di rendere possibile uno scambio di testi a livello planetario. In conclusione, i liceali camerti hanno preso visione del catalogo della biblioteca universitaria di Macerata e delle modalità con cui usufruire dei servizi online offerti all'utenza. Gli allievi hanno partecipato con interesse e ringraziano il Preside e gli esperti esterni che hanno permesso la realizzazione del progetto.

Gianluca Aureli
Letizia Mancinelli
III A Liceo Scientifico Camerino

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn