Contenuto principale

Messaggio di avviso

1 1

Leopardi 30 maggio 2019

Il 30 marzo scorso abbiamo avuto l'occasione di assistere nell'aula magna del polo scolastico provinciale, per iniziativa dei Licei di Camerino, alla presentazione del libro "IL NO DISPERATO" edizione LiberiLibri. L'autore Mario Elisei (Recanati 1962) è uno studioso dell'opera e del pensiero di Leopardi , collabora fin dalla sua costituzione all'attività del Centro Culturale Giacomo Leopardi di Recanati per il quale ha tenuto e tiene conferenze. Nel 2014 ha pubblicato il libro "IL MIO AMICO LEOPARDI". Il moderatore dell'intervento è stato il prof. Stefano Savi che ha brillantemente condotto l'incontro. Dal dibattito ancora una volta è emersa la forza del pensiero e della poesia di Leopardi per cui egli riveste il ruolo di una delle più importanti personalità nello sviluppo del pensiero moderno. La sua profondità e originalità è nell'aver valorizzato la coscienza del limite umano a tal punto da renderla segno della dignità dell'uomo, l'unico essere dell'universo consapevole del nulla, del proprio nulla. Pertanto Leopardi non è soltanto un formidabile poeta e filosofo, ma un pensatore della crisi. Attraverso la sua dolorosa esperienza personale ha chiarito il senso di una crisi non solo individuale ma collettiva. Per questo il poeta recanatese è una guida insostituibile nell'analisi della nostra complessa contemporaneità. L'intervento del prof. Elisei è stato di notevole valore scientifico supportato da continue citazioni di testi ma anche occasione di riflessione sulla autenticità e profondità umana del messaggio leopardiano in cui ognuno riconosce una parte di se stesso.All’incontro sono intervenuti anche l’Arcivescovo di Camerino-San Severino Marche Francesco Massara, i Dirigenti Scolastici Giancarlo Marcelli (ITCG Antinori) e Francesco Rosati (Licei Varano) e il prof. Luca Barbini (responsabile dell'Archivio Diocesano) in qualità di organizzatore.  Gli alunni presenti hanno apprezzato molto la presentazione dello scrittore Elisei, che si è distinto non solo per le competenze sull'argomento, ma anche per la forte capacità di coinvolgimento, frutto della grande passione per il poeta recanatese: ne trarremo senz'altro beneficio e ispirazione in vista dell'imminente Esame di Stato.

Gli studenti della 5A scientifico.



Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

tea timeCreare un buon ambiente di studio facilita la concentrazione e l’apprendimento; è importante, infatti, essere motivati ad imparare, a studiare meglio e ad ottimizzare le proprie risorse. 
A tal proposito, è stata organizzata dagli alunni che frequentano il progetto europeo PON “Competenze di base nella Lingua Inglese”, articolato in 100 ore di lezione con la presenza anche di docenti madrelingua, un’attività divertente e significativa chiamata il “tea time afternoon”. Nell’attività Iaboratoriale, i ragazzi hanno assaggiato dolci tipici homemade quali gli “scones” con burro e marmellata, muffin e cookies, sorseggiando un ottimo tè inglese, con un po' di latte, in tazze di porcellana che ognuno di loro ha portato da casa. Il Tea Time ha rappresentato l’occasione, per gli studenti, di conversare in lingua inglese e di percorrere itinerari culturali che caratterizzano la società inglese, antica e moderna. Il progetto europeo PON ha consentito agli studenti che lo stanno frequentando di approfondire la lingua inglese, facendo da integrazione e supporto alle ore curricolari, favorendo di conseguenza la partecipazione degli stessi agli esami di certificazione linguistica.

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

Perazzo
Si è tenuta mercoledì 28 marzo una bella e interessante lezione-concerto di musica jazz ai Licei di Camerino. Il giovane pianista genovese Tommaso Perazzo, vincitore nel 2018 del prestigioso Premio Urbani per solisti jazz, ha incontrato gli alunni delle classi prime proponendo ai ragazzi della musica jazz. Tommaso ha alternato al pianoforte brani standard, fra cui la nota Caravan di Duke Ellington, ad altri di sua composizione, spiegando in modo semplice la struttura di un brano jazz, con esempi che hanno attratto gli ascoltatori. Il giovane pianista ha inoltre presentato ai ragazzi dei video di artisti del passato e del presente, mettendo in risalto la continua evoluzione della musica jazz, passata dalle primitive forme delle band di New Orleans alla fusion. Tommaso ha anche raccontato il suo percorso formativo, che ha avuto come momento cruciale la frequenza al Conservatorio di Musica di Amsterdam e che lo porterà a breve a perfezionarsi ulteriormente negli Stati Uniti, in una scuola di jazz a New York. L'incontro con Perazzo è stato possibile grazie alla collaborazione dell'associazione Musicamdo presieduta da Daniele Massimi, che ha curato la tournée italiana del giovane pianista.

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

Si è chiusa domenica 24 marzo, alle ore 17:30 nell'aula del polo scolastico, la 49^ Staione Concertistica della Gioventù Musicale, organizzata quest'anno con la collaborazione dell'associazione MUSICAMDO. Ospite del pomeriggio è stato il Tommaso Perazzo Trio. Il giovane pianista genovese, attualmente studente al Conservatorio di Amsterdam, è stato invitato in qualità di vincitore assoluto del Premio Urbani 2018, la prestigiosa competizione di jazz organizzata da Musicamdo.

PERAZZO

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn