Contenuto principale

Messaggio di avviso

1 1

campestre

Lo scorso 21 novembre, presso gli impianti sportivi universitari in loc. Le Calvie, a Camerino, si è svolta la prima edizione della corsa campestre di Istituto, nella quale si sono cimentati ragazze e ragazzi dei primi tre anni di tutti gli indirizzi liceali. Gli atleti partecipanti, suddivisi in due squadre (maschile e femminile), di 27 componenti ognuna, hanno affrontato un percorso caratterizzato da un iniziale tratto collinare di circa 1300 metri, seguìto, per le ragazze, da un giro completo di pista (400 metri), per i maschi, da un tratto sterrato di 600 metri, più il rettilineo finale in pista (100 metri). Si sono aggiudicati la vittoria Daniel Carnevali del 3° Scientifico, sezione A, e Claudia Meterdomini del 1° Scientifico, sez. A, con i tempi, rispettivamente, di 7:16 e 9:04. I primi 6 arrivati di entrambe le categorie faranno parte delle squadre impegnate, prossimamente, nelle selezioni provinciali dei campionati studenteschi di corsa campestre. Complimenti, dunque, a tutti i partecipanti e un ringraziamento speciale ai docenti e ai ragazzi del 5° Sportivo, che hanno collaborato nell’organizzazione e nell’assistenza, contribuendo alla perfetta riuscita della manifestazione.
Linda Rosini, V Sportivo

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

Donatella Di Pietrantonio

Lunedì 3 dicembre, la scrittrice Donatella Di Pietrantonio, vincitrice del premio Campiello 2017 con l'opera "L'Arminuta" (Einaudi), è stata ospite graditissima presso i Licei di Camerino nell’ambito del ciclo “Incontri con l’Autore”. Alle ore 10,30 circa ha incontrato il Preside, Prof. Francesco Rosati, e si è trattenuta con lui in un piacevole colloquio. La scrittrice, di origine abruzzese ed attualmente residente a Penne in provincia di Pescara, ha vissuto sulla sua pelle e su quella dei suoi cari la traumatizzante esperienza del terremoto dell'Aquila e si è mostrata particolarmente vicina alle problematiche post- sisma che la Città di Camerino e le scuole del cratere stanno affrontando.
Alle ore 11, all'auditorium Benedetto XIII, la scrittrice ha incontrato gli alunni dei Licei Classico e Scientifico e di alcune classi del Linguistico e delle Scienze Umane. La Di Pietrantonio ha spiegato agli alunni come tutte le sue opere, non solo "L'Arminuta", ma anche "Mia madre è un fiume" e "Bella mia ", siano nate da una necessità esistenziale che l'ha portata a rielaborare le sue esperienze di vita, inquadrate nell'ambiente dei territori interni dell'Abruzzo tra gli anni ‘60 e ‘70 , fino a cogliere la sostanza umana di una vita povera, arretrata che è alla base della nostra identità, senza la cui consapevolezza è difficile ritrovare dei valori in un mondo contemporaneo che tende all'omologazione ed alla cancellazione delle individualità personali. Soltanto ripartendo dalle nostre radici culturali e allo stesso tempo rielaborando il fondamentale rapporto con la figura materna, a volte imperfetta ma comunque imprescindibile e incancellabile nella nostra storia individuale, possiamo portare a compimento la nostra ricerca d'identità e quindi assumere un ruolo autonomo e costruttivo all'interno della collettività.
Gli allievi hanno seguito con interesse ed hanno rivolto parecchie domande all'autrice a cui ella ha risposto in maniera lucida, ampia, accurata. Donatella Di Pietrantonio, reduce da incontri con gli studenti di mezza Italia per conto della casa editrice Einaudi, si è complimentata per la capacità di partecipazione al dialogo dei nostri alunni e per la pertinenza delle domande che essi hanno posto. A conclusione dell'incontro l'autrice si è messa a disposizione dei ragazzi per autografare i volumi dei romanzi che avevano con sé.
Gli allievi ed i docenti ringraziano il Preside, l'autrice e l'Avv. Francesco Rapaccioni che ha brillantemente condotto l'incontro. 

Prof.ssa Maria Pierandrei

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

quartetto FATA new
Si terrà domenica 2 Dicembre, alle ore 17:15 nell'aula magna del Polo Scolastico (gentilmente concesso dal Presidente della Provincia), un concerto organizzato da Rotary Club e Istituto Musicale "Nelio Biondi", il cui ricavato sarà interamente devoluto per la ricostruzione della nuova sede della scuola di musica, gravemente danneggiata dal sisma del 26/30 ottobre 2016.
Il concerto vedrà la partecipazione del Quartetto F.A.T.A., composto da quattro brillanti flautiste: Lucia Paccamiccio, Marta Montanari, Alessandra Petrini e Elisa Ercoli. Durante il concerto interverranno anche alcuni allievi dell'Istituto Musicale "Nelio Biondi" di Camerino. Il concerto è stato organizzato grazie anche alla collaborazione dei Licei, che hanno sottoscritto la lodevole iniziativa rotariana.
Ingresso 10 Euro.

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

prelievo chimico

Sono iniziate le lezioni del progetto finanziato con il Fondo Sociale Europeo: “Competenze di base”. L’Istituto ha infatti partecipato con successo al relativo Avviso pubblico del MIUR, finalizzato all’innalzamento delle competenze di base degli studenti. Tali competenze, che riguardano la capacità di lettura, scrittura, calcolo nonché le conoscenze in campo linguistico, scientifico e tecnologico costituiscono la base per ulteriori studi e un bagaglio essenziale per il lavoro e l’integrazione sociale. Il motivo dell’intervento europeo sta proprio nella volontà di innalzare in maniera omogenea le competenze di base degli studenti, rappresentando questo un fattore essenziale per la crescita socio-economica di ogni Paese dell’Unione, consentendo di compensare svantaggi culturali, economici e sociali di contesto, garantendo il riequilibrio territoriale e la riduzione della dispersione scolastica.

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn