Contenuto principale

Messaggio di avviso

1 1

quartetto FATA new
Si terrà domenica 2 Dicembre, alle ore 17:15 nell'aula magna del Polo Scolastico (gentilmente concesso dal Presidente della Provincia), un concerto organizzato da Rotary Club e Istituto Musicale "Nelio Biondi", il cui ricavato sarà interamente devoluto per la ricostruzione della nuova sede della scuola di musica, gravemente danneggiata dal sisma del 26/30 ottobre 2016.
Il concerto vedrà la partecipazione del Quartetto F.A.T.A., composto da quattro brillanti flautiste: Lucia Paccamiccio, Marta Montanari, Alessandra Petrini e Elisa Ercoli. Durante il concerto interverranno anche alcuni allievi dell'Istituto Musicale "Nelio Biondi" di Camerino. Il concerto è stato organizzato grazie anche alla collaborazione dei Licei, che hanno sottoscritto la lodevole iniziativa rotariana.
Ingresso 10 Euro.

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

prelievo chimico

Sono iniziate le lezioni del progetto finanziato con il Fondo Sociale Europeo: “Competenze di base”. L’Istituto ha infatti partecipato con successo al relativo Avviso pubblico del MIUR, finalizzato all’innalzamento delle competenze di base degli studenti. Tali competenze, che riguardano la capacità di lettura, scrittura, calcolo nonché le conoscenze in campo linguistico, scientifico e tecnologico costituiscono la base per ulteriori studi e un bagaglio essenziale per il lavoro e l’integrazione sociale. Il motivo dell’intervento europeo sta proprio nella volontà di innalzare in maniera omogenea le competenze di base degli studenti, rappresentando questo un fattore essenziale per la crescita socio-economica di ogni Paese dell’Unione, consentendo di compensare svantaggi culturali, economici e sociali di contesto, garantendo il riequilibrio territoriale e la riduzione della dispersione scolastica.

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

resilienza UNIMC











Il 17 novembre scorso, presso il Dipartimento di studi umanistici dell’Università di Macerata, si è svolto un convegno sulla Resilienza dal titolo “Percorrere l’orizzonte. Verso un’educazione alla resilienza”, a cui hanno partecipato varie scuole della Provincia, incluse nel cosiddetto “cratere”.

I Licei di Camerino sono intervenuti con una relazione dal titolo “La costanza dei Licei”, attraverso la presentazione di dati (stilati con dovizia dal Dirigente Scolastico), che hanno raccontato il disagio vissuto dopo il sisma del 26/30 ottobre 2016. Nella relazione, curata dalla prof.ssa Simonetta Mosciatti, sono state espresse al pubblico presente la costanza e la resilienza che il nostro Istituto e tutte le sue componenti hanno dovuto affrontare: dal preside al personale docente e non docente, dagli alunni ai genitori. I Licei della costanza!

Nella Giornata nazionale dedicata agli alberi parlare di educazione alla resilienza significa preparare le radici per un nuovo umanesimo; infatti, con la formazione di “tutori di resilienza” si possono costruire le reti di un sapere valido per il futuro. Come diceva la Montessori è facile distruggere, ma molto più difficile è costruire, però la scuola, con la sua offerta formativa, in sinergia con il territorio, è stata in grado, in un periodo così scosso e disorientato dall’evento sismico, di essere un solido punto di riferimento e di aggregazione, un sostegno e una tenace risposta sociale ed educativa.

Prof.ssa Simonetta Mosciatti

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

mattioliSabato 17 novembre abbiamo avuto il piacere di avere nella nostra scuola il giornalista de La Stampa dott. Alberto Mattioli, dal curriculum vitae notevolissimo. È dal 2011 il corrispondente da Parigi del quotidiano La Stampa, per il quale è stato anche redattore della Cultura e caposervizio agli spettacoli. In precedenza ha lavorato anche per i quotidiani Il Resto del Carlino e Il Giorno. Esperto d'opera, Mattioli ha collaborato e collabora tuttora con Classic Voice, Vanity Fair, Musica Arte e Dossier, L'Opera ed ha tenuto conferenze e scritto programmi di sala per la maggior parte dei teatri italiani. È autore di una biografia di Pavarotti, Big Luciano, e di tanti altri libri di successo. In partenza per un viaggio in Cina, Mattioli ha trovato il tempo per intrattenersi con i nostri allievi (le classi del triennio dei licei classico e scientifico) quasi per due ore, ai quali ha parlato del suo libro dedicato a Giuseppe Verdi, pubblicato dalla casa editrice Garzanti, dal titolo ironico "Meno grigi più Verdi".

I ragazzi hanno seguito con attenzione ed hanno rivolto all'autore numerose domande, alle quali Mattioli ha risposto con chiarezza ed incisività; la speranza è che l'incontro abbia inculcato nei ragazzi il prezioso seme della curiosità, che possa non solo avvicinarli alla musica, all’Opera in particolare, ma anche spingerli a leggere e a cogliere l'importante ruolo culturale che Verdi ha svolto nell'Ottocento italiano, non solo quello musicale, accanto ad intellettuali della portata di Manzoni e Leopardi. Il tutto è stato possibile grazie al Preside, agli insegnanti del progetto "Incontri con l'Autore" ed alla proficua collaborazione del dott. avv. Francesco Rapaccioni, direttore artistico dei Teatri di San Severino che ha condotto l’incontro.

prof.ssa Maria Pierandrei

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn