Contenuto principale

Messaggio di avviso

don luigi ciottiDon Luigi Ciotti, il fondatore del Gruppo Abele e di Libera, sacerdote in prima linea nella lotta contro le mafie, ha incontrato giovedì 16 maggio, al Centro Benedetto XIII, gli studenti degli Istituti Superiori di Camerino per parlare di Legalità e Costituzione. Una bella occasione per riflettere sulla Cittadinanza attiva e promuovere condivisione e giustizia, invitando i giovani ad accrescere la loro coscienza sociale e la loro resilienza. Per colpire ogni tipo di mafia è necessario investire nella cultura, la quale rappresenta la grande scommessa per il futuro di tutta la società. L’incontro, sostenuto in una sinergia di intenti dalle varie componenti la comunità educante (Arcivescovo, Presidi, Rettore, Sindaco) ha riscosso grande simpatia e partecipazione. L’educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva passa, senza dubbio, attraverso i “buoni esempi” di cui i giovani hanno bisogno. Don Ciotti ha dimostrato di essere non solo un bravo parlatore, ma anche un uomo coinvolto in prima persona nei progetti in cui crede, che diventano dei veri e propri percorsi in grado di appassionare e creare cambiamenti reali. Gli studenti hanno sicuramente colto l’invito alla responsabilità e all’impegno. Legalità e Costituzione, competenze – base, oggi richieste fortemente dai vari curricola scolastici, sono state declinate in modo pertinente ed esauriente da don Ciotti, attraverso riferimenti concreti, in grado di spiazzare e demolire dubbi e pregiudizi di parte, orientando verso l’urgenza basilare (da cui pertanto muovono): migliorare l’esistenza dei nostri giovani, nella speranza che, come ha concluso l’egregio relatore, sia un vero vivere e non un mero lasciarsi vivere.

Prof.ssa Simonetta Mosciatti

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn