Contenuto principale

Messaggio di avviso

Anacronismo o sapere autentico?

biblioteca licei 2È questo il problema analizzato dalla dott.ssa Patrizia Raponi, ex direttrice della biblioteca universitaria di Macerata, nell'incontro del 28 febbraio con gli alunni delle classi 3^A scientifico e 1^A scienze umane come conclusione del progetto "Lezioni di Archivistica". 
La dott.ssa Raponi, dopo aver sviluppato un incisivo quadro sull'evoluzione della funzione delle biblioteche nelle varie epoche storiche partendo dal Medioevo, ha ampiamente illustrato la struttura tipo delle biblioteche universitarie attuali ed i vari servizi che esse offrono. Le biblioteche oggi sono concepite come luoghi aperti al territorio che devono accompagnare l'individuo in tutte le fasi della sua vita, in una sorta di formazione permanente. Personale specializzato in collaborazione con i docenti provvede a scegliere e selezionare i testi in base a criteri e metodologie scientifiche. In un mondo in cui siamo continuamente bombardati da informazioni di ogni tipo provenienti dalle fonti più disparate, la biblioteca ritorna ad essere il nostro faro perché è in grado di fornirci un sapere autentico ed indicarcene con sicurezza la fonte. Inoltre, tutte le biblioteche qualificate usufruiscono dell'informatica e della rete nel tentativo di rendere possibile uno scambio di testi a livello planetario. In conclusione, i liceali camerti hanno preso visione del catalogo della biblioteca universitaria di Macerata e delle modalità con cui usufruire dei servizi online offerti all'utenza. Gli allievi hanno partecipato con interesse e ringraziano il Preside e gli esperti esterni che hanno permesso la realizzazione del progetto.

Gianluca Aureli
Letizia Mancinelli
III A Liceo Scientifico Camerino

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn