Contenuto principale

Messaggio di avviso

teatro letterario
"Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori": con questa celebre citazione di Shakespeare si è aperta la serata conclusiva dell'anno scolastico dei Licei di Camerino, davanti a un folto pubblico. Gli studenti che hanno partecipato al progetto Teatro letterario, ideato dal prof. Stefano Savi, sono andati "Tutti in scena" venerdì 8 giugno al Centro Culturale Benedetto XIII, vestendo per una sera i panni di attori e non solo.


Lo spettacolo infatti ha unito recitazione, musica e danza, seguendo come filo conduttore la letteratura italiana. Inoltre, alcuni alunni, dalla particolare vena artistica e creativa, hanno ideato e realizzato le scenografie per alcuni momenti dell'evento. Partendo dalle origini della nostra letteratura fino al '900, professori e alunni hanno selezionato noti brani, poi adattati in pregevoli pieces teatrali. I ragazzi hanno potuto così non solo leggere, ma anche vivere le vicende di personaggi nati dalla mente di Dante, Ariosto, Leopardi e Pirandello. Hanno preso vita sul palco capolavori della nostra letteratura come Donna de Paradiso, S'i fosse foco, l'Inferno, Uno, nessuno e centomila. Camerino ha avuto uno spazio particolare, con la lettura di un articolo e di alcune poesie composte da Ugo Betti per la sua città natale. Le parole, cariche di nostalgico affetto per i luoghi della sua infanzia, suonano oggi come un invito alla memoria ed un augurio di speranza, e sono state accompagnate dalla proiezione di immagini del fotografo Paolo Verdarelli, tratte dalla mostra "La città d'oro" (come Betti amava definire la sua città), esposta nella sede dei Licei.
Un ringraziamento va soprattutto agli alunni, che tanto si sono impegnati nel progetto, al ai Docenti che hanno collaborato e partecipato con entusiasmo alla buona riuscita dell'evento, patrocinato da Università e Comune di Camerino.

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn