Contenuto principale

Messaggio di avviso

In quest’anno scolastico 2017/18 ha avuto inizio presso i Licei di Camerino un Progetto: “ I giovedì culturali”, promosso dal Dipartimento di filosofia e intitolato alla “ricerca della verità”, costituito da un ciclo di conferenze con l’autorevole contributo di autori, ricercatori e docenti volti a promuovere il dibattito filosofico, attraverso un approccio critico ai problemi della complessità contemporanea.

Le conferenze sono iniziate a novembre con la prima relazione dal titolo: “Buoni argomenti: ragioniamoci su” del professor Francesco Orilia, docente presso l’Università degli studi di Macerata, seguita a dicembre dalla lezione di s.e. mons. Francesco Giovanni Brugnaro dal titolo “la fede-fiducia come modalità di conoscenza”, quindi a febbraio la presentazione del prof. Giammario Borri (dell’Università degli studi di Macerata) attraverso l’approccio storico dal titolo “documenti storici e verità”, poi a marzo il prof. Filippo Mignini (dell’Università degli Studi di Macerata) con una esposizione specifica su Spinoza (“Vivere per la verità: vita e filosofia in Spinoza”); infine ilo scorso 5 aprile la conclusione con due interventi sulla “verità processuale” del magistrato dott. Vincenzo Luzi e dell’avv. Giuseppe De Rosa.

Le conferenze si sono svolte al pomeriggio per offrire l’opportunità, sia agli studenti sia al pubblico esterno, di poter partecipare a lezioni magistrali su questioni di grande attualità e rilevanza culturale. L’iniziativa nasce dalla necessità di ampliare la formazione dei giovani, di là del curriculum scolastico. Occasione pure, per gli studenti, di vivere una esperienza diretta con la didattica universitaria su temi di ampio respiro e di ricevere spunti vivi di riflessione sulle possibili scelte future.

La prossima classe dirigente dovrà lavorare, ragionare ed interpretare la cittadinanza, cavalcando un veloce rinnovamento e una costante globalizzazione, per cui promuovere una “cittadinanza attiva”, capace di “fare filosofia”, attraverso il metodo del progetto, è azione virtuosa e doverosa. Progettare a scuola! Perché la progettazione non è un optional, infatti contribuisce alla valorizzazione delle “perle culturali” presenti nel territorio; inoltre trova nella scuola la sua ragione d’essere nel momento che assicura il successo formativo e promuove l’apprendimento con quel “valore aggiunto” di cui i Licei di Camerino vanno orgogliosi.

Prof.ssa Mosciatti Simonetta                                                      

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn
Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Giovedì Culturali.pdf)Giovedì Culturali.pdf320 kB