Contenuto principale

Messaggio di avviso

Aischylos Bste

Si rinnova anche quest’anno una tradizione ormai ben consolidata presso il Liceo Classico di Camerino di un corso di Teatro Antico con performance finale che ha come partecipanti i ragazzi del Liceo stesso. Quest’anno il Laboratorio e la performance finale saranno seguiti dal regista Luciano Colavero dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico di Roma e l’attrice Chiara Favero con la collaborazione del Centro teatrale universitario Cesare Questa dell’Università Carlo Bo di Urbino. Un’opera di grande interesse, I Persiani di Eschilo, sarà il testo su cui si cimenteranno i ragazzi ribadendo ancora una volta l’importanza sia su di un piano didattico, come espressione dei propri talenti e delle proprie abilità artistiche, sia su di un piano culturale per i valori e i principi che la cultura greca ci ha trasmesso come eredità universale. Luogo di riflessione critica e di condivisione di pensiero e azione in uno spazio per definizione comunitario quale è la scuola. Il teatro realizza un’attività che ha uno scopo educativo di formazione umana e d’orientamento: supportare la persona nella presa di coscienza della propria individualità e nella riscoperta del bisogno di esprimersi al di là delle forme stereotipate, credendo incondizionatamente nelle potenzialità di ogni individuo. Esso allena gli individui ad affrontare con maggior sicurezza il reale, li aiuta a comprendere la difficile realtà sociale in cui vivono e li sostiene nel loro lavoro di crescita. Se pensiamo al valore educativo che il teatro esercitava nell’antica Grecia, paideutico, ma allo stesso tempo democratico, perché diveniva luogo fisico e mentale di condivisione di valori e credenze, nonché discussione e critica degli stessi, capiamo come può essere oggi per i giovani luogo sperimentale e comunitario di sguardo sulla realtà circostante, di riflessione e di innovazione culturale. Mai più utile quanto in questo momento della Storia e della Cultura, in cui vi è una massificazione del pensiero, poco critico o al contrario ipercritico, un pensiero che non impara dalla storia, ma nemmeno progetta un futuro. Il Laboratorio, che è partito a Gennaio scorso fino al prossimo Maggio, porterà alla rappresentazione dei Persiani il 5 Giugno a Camerino e a luglio presso la stessa Università di Urbino, partner di eccellenza di quest’anno. Un in bocca al lupo ai ragazzi e ai docenti del Laboratorio!   

Prof. Mario Rinaldi

 

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn